Nuovo e vecchio contrabbando in aumento. La crisi economica è l’innesco ma son le tasse l’esplosivo


126774_1874649_SF02000000_10148771_mediumDagli ‘spallonì che trasportavano merci al confine con un cesto di paglia al business delle grandi organizzazioni criminali. Un secolo di contrabbando in Italia raccontato dalla Guardia di finanza nella cornice dello storico Palazzo Terragni di Como.

Un tempo si commerciavano zucchero, caffè e riso, quando la guerra imponeva generi di conforto a basso prezzo. Ora che, secondo gli esperti, il fenomeno rivive una nuova stagione, si fanno sempre affari con le sigarette ma «l’ultima frontiera – spiega il generale Bruno Buratti – è il contrabbando di valuta e oro. Nel 2012, i sequestri di denaro sono aumentati del 14%». La crisi economica, secondo il generale, capo ufficio operazioni del comando generale della Gdf, non va sottovalutata.

«In un momento come questo è necessaria l’attenzione ai movimenti di ricchezza verso i paradisi fiscali. Registriamo un traffico di valuta in aumento – spiega – soprattutto dalla Svizzera: il confine è un tradizionale veicolo di transito dei capitali». E qui, la fantasia dei contrabbandieri non ha limiti: dalle banconote rotolate nei pacchetti di sigarette, ai vani modificati delle auto per contenere banconote. Nel 2011 sono stati 14 i miliardi di euro di gettito derivante dalle sigarette, di cui oltre 10 mld da accise e oltre 3 mld dall’Iva.

602-408-20120221_191438_C5822273«Si capisce – sostiene Buratti – che è un mercato molto redditizio». Il problema diventa quindi la fiscalità eccessiva, che può favorire la diffusione del reato. Le tasse sono «assolutamente determinanti. Le rotte del traffico – dice – si spostano individuando come paesi di destinazione quelli dove la tassazione è più elevata».Così, anche la collaborazione a livello di Unione europea deve essere determinante. «I contrabbandieri sono degli imprenditori, rapidi e reattivi nell’adattarsi al mutarsi delle condizioni economiche. La realtà è che noi dobbiamo affrontare questo fenomeno in una matrice transnazionale. L’asimmetria tra normative può determinare gli illeciti»

Non è escluso che anche le sigarette elettroniche possano diventare oggetto di contrabbando. L’eventualità supposta dal generale Buratti nel suo intervento non è una battuta. «Sono curioso – sottolinea poi a margine del convegno – di vedere come va a finire. Tassare le sigarette elettroniche significherebbe introdurre una nuova forma di contrabbando sul mercato». Sull’argomento torna anche il generale Luciano Luciani, presidente del museo storico della Gdf. «Se lo Stato dovesse introdurre una tassazione per recuperare le somme che il monopolio sta perdendo per le sigarette elettroniche, anche il contrabbando ne risentirebbe».

spalloni_LFLuciani nel suo intervento si sofferma sul contrabbando alpestre fino al 1975. «Nei secoli si è evoluto. Il sistema artigianale – dice – è finito da trent’anni fa. Da 30, 40 anni è diventato un’industria in mano alla criminalità, dalla camorra alla ‘Ndrangheta che tutto sommato ha trovato un modo poco rischioso per fare business». Ed è anche questo che può spiegare l’emergenza ‘sud’ con grandi città come Napoli maggiormente coinvolte dal fenomeno. «La criminalità organizzata ha un know how nel settore che è ineliminabile. Non si tratta – spiega Luciani – di un’emergenza che riguarda il sud come mercato ma come ‘organizzazionè , con sistemi di trasporto e stoccaggio». Attualmente, lo smercio può quindi avvenire nel anche nei Paesi del Nord dell’Unione europea ma la mente, «l’organizzazione» rimane «al Sud».

Advertisements
Tagged with: , , , , , , ,
Pubblicato su Notte Criminale

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: