Perugia: rapina in villa finisce in tragedia. Il figlio del proprietario reagisce e viene freddato sotto gli occhi del piccolo nipote.


Sono entrati nella villetta da una porta-finestra della cucina aperta probabilmente con un calcio i tre malviventi che hanno ucciso un trentottenne durante un tentativo di rapina in villa a Perugia. Si tratta di luca Rosi, il figlio del proprietario della villetta. L’uomo, professione bancario, è stato ucciso a colpi di pistola durante una rapina nella villa del padre a Ramazzano alla periferia di Perugia…

…continua qui

Tagged with: , , , , , , , , ,
Pubblicato su Cronaca, News interessanti
One comment on “Perugia: rapina in villa finisce in tragedia. Il figlio del proprietario reagisce e viene freddato sotto gli occhi del piccolo nipote.
  1. partigiano2012 ha detto:

    A me è successa una cosa molto simile a questa di Rosi circa 4 anni fa. La differenza è che sono ancora vivo ed ho identificato due dei miei aggressori, nome e cognome, sono tutti italiani. Dopo le botte ho chiamato i carabinieri e i vigii urbani, non è intervenuto nessuno… In seguito ho presentato querela al tribunale tramite studio legale. Inutile. In circa 4 anni nessuno ha fatto nulla. Questi criminali sono liberi, nessuno gli ha mai detto nulla, nessun provvedimento è stato preso. Ad oggi non è stata fissata neanche la data del mio processo. Forse cadrà tutto in prescrizione ed io perderò soldi, tempo e salute. La Giustizia non funziona.
    Ci sono migliaia di persone che aspettano da 20 anni per un semplice processo che in pratica dura solo pochi minuti. Assurdo ma vero. Un giudice incapace e corrotto è peggio dei criminali stessi. Vergogna.
    Vivere senza legge non è possibile, non si può andare avanti così.
    Le cose da fare sono due: primo ridurre gli stipendi esagerati dei giudici e dei magistrati, secondo far lavorare questi dipendenti pubblici che stanno dentro i tribunali.

    Questo era per comunicare qui che anche se prenderanno questi rapinatori che hanno ucciso Luca Rosi, poi in pratica non gli faranno nulla e in breve i criminali torneranno liberi. Sono persone abituate al crimine (sanno usare le armi, sanno aprire le porte, sanno legare gli ostaggi, sanno scappare cambiando auto) e forse già da tempo avrebbero dovuto essere in galera… Usciranno e torneranno a rubare.

    Io ho paura.

Rispondi a partigiano2012 Cancella risposta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Seguici su Twitter
NOTTE CARDS
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: