Prezzo benzina: scende? no, sale!


di Paperon De Paperoni
«E se non ci fosse stata la manovra il prezzo della benzina sarebbe già sceso»
Queste parole le ha dette due giorni fa (erano sul Corriere della sera) il signor Marco D’Aloisi, responsabile relazioni esterne dell’Unione Petrolifera…

…continua qui

Tagged with: , , , , , , , , ,
Pubblicato su Financial Crime, News interessanti, Notte Criminale
3 comments on “Prezzo benzina: scende? no, sale!
  1. icittadiniprimaditutto ha detto:

    Reblogged this on i cittadini prima di tutto.

  2. Marco ha detto:

    chiamato direttamente in causa provo a rispondere al dubbio di Paperon de Paperoni: alla giornalista non ho assolutamente detto che senza le tasse i prezzi sarebbero già scesi, ma che senza i numerosi aumenti della tassazione i prezzi sarebbero stati molto inferiori rispetto a quelli attuali (cioè 19 centesimi in meno sulla benzina e 22 sul gasolio). La cosa è ben diversa, era la constatazione di un fatto. La sua è stata un libera interpretazione delle mie parole. Non ho mai parlato con lei di cosa avrebbero fatto le compagnie perchè tra l’altro è una materia su cui le singole aziende decidono in modo del tutto autonomo. Ho parlato con la giornalista e ci siamo già chiariti. Non se questo basterà a placare l’indignazione che si legge nelle parole di Paperon De Paperoni, ma è come sono andate le cose nella realtà.

    • nottecriminale ha detto:

      Caro Marco, vedo che anche Lei si è iscritto al club di “quelli che i giornalisti non capiscono” che vanta al suo interno personaggi più che illustri (l’ex presidente del consiglio è uno dei massimi esperti in materia).

      “Senza i numerosi aumenti della tassazione -avrebbe detto alla giornalista che non ha compreso- i prezzi sarebbero stati molto inferiori rispetto a quelli attuali (cioè 19 centesimi in meno sulla benzina e 22 sul gasolio)”. Ma no! Ma va!

      Comunque, al di là della “distorsione” delle Sue parole, resta il fatto che basandomi sulla mia ormai incerta memoria, non mi sembra che negli ultimi anni si siano mai verificati ribassi degni di spazio sui media neanche in occasione delle flessioni dei prezzi della materia prima. Ma questo, ripeto, sicuramente a causa della mia ormai incerta memoria.

      Mi permetto però, allargando un pochino il campo, di fare un accenno a qualche grafico sull’andamento dei prezzi (2008/2011) dei futures su Brent e Wti, del Dollar Index (u$ contro le 6 principali valute), del Brent/Euro-u$ e quello con la comparazione tra dollar index, euro/dollaro e brent (le considerazioni sono della società che ha elaborato i grafici).

      Sarebbe interessante, non crede anche Lei, pubblicarne uno con l’andamento dei prezzi al dettaglio (certo con le varie componenti: prodotto, accise, tasse ecc ecc. ).
      Ognuno, comparandoli e con l’ausilio di esperte considerazioni, potrebbe trarne le debite conclusioni. Non Le pare?

      Un “non indignato” Paperon de Paperoni

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Seguici su Twitter
NOTTE CARDS
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: