Al Teatro Ghione va in scena la Dia. Sequestrato lo stabile


E’ di ieri mattina il sequestro del Teatro Ghione a Roma.

L’operazione, coordinata dalla Dia di Reggio Calabria ha portato al sequestro dello stabile di Federico Marcaccini, che aveva dato la gestione del teatro a una società che non è implicata nei fatti. 110 milioni di euro il valore dei beni sequestrati.

Marcaccini detto il “Pupone” non è un nome nuovo per gli inquirenti. E’ in stato d’arresto da meno di un anno con l’accusa di essere uno dei principali protagonisti di un traffico internazionale di stupefacenti legato all’Ndrangheta.

L’immobiliarista romano è stato implicato nell’operazione Overloading, coordinata dalla Dda di Catanzaro e condotta dalla Guardia di Finanza e dai Carabinieri nel 2010.

Sempre in quell’operazione furono fermate 77 persone, tra cui un tenente colonnello dei Carabinieri: Luigi Verde di 58 anni in servizio a Bolzano, dove nel suo alloggio di servizio deteneva armi ed esplosivi.

Ieri, oltre al teatro Ghione, sono stati sequestrati due hotel, uno a Taormina e uno a Ceccano (Frosinone) e alcune aziende operanti nel Lazio.

Alessandro Ambrosini

Add to Google

Bookmark and Share

OkNotizietutto blog PaperblogW3Counter

Tagged with: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,
Pubblicato su arresti, Cronaca, News interessanti, Notte Criminale

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Seguici su Twitter
NOTTE CARDS
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: