Operazione Megaride : 15 arresti, tra i quaranta indagati anche il capo della squadra mobile Pisani, destinatario della misura del divieto di dimora a Napoli.


All’alba di oggi, la Dia di Napoli, in collaborazione con i Carabinieri e la Guardia di Finanza, ha fatto scattare le manette per 15 persone e sequestrato noti ristoranti del lungomare napoletano. L’ordinanza di custodia cautelare per gli arresti, è stata emessa dal Gip nei confronti di persone legate al clan camorristico dei Lo Russo, gruppo, operante nella zona di Miano.

Le indagini, nell’ambito dell’operazione Megaride, hanno avuto come oggetto una ingente attività di riciclaggio di denaro frutto di usura e di reinvestimento di capitali illeciti in catene di ristoranti, pub e bar presenti prevalentemente nella città di Napoli. E’ li che hanno visto i sigilli il Bar Ballantine, sito nella centralissima via Carducci, il ristorante- pizzeria Re di Napoli e Pizza Margherita, del quartiere di Chiajala; la paninoteca Dog Out della centralissima Piazza Municipio ed il ristorante Villa delle Ninfe a Pozzuoli. I locali, frequentati per lo più da giovani appartenenti alla “Napoli bene”, hanno filiali a Caserta, Bologna, Genova, Torino e Varese

Negli atti dell’inchiesta, due però sono i nomi che risaltano più degli altri: quello di Vittorio Pisani, capo della Squadra Mobile di Napoli, (indagato per favoreggiamento personale e reale) e quello dell’ex capitano della Nazionale Italiana di calcio vincitrice del Mondiale del 2006, Fabio Cannavaro che al momento, però, si dichiara estraneo e non risulta indagato.

Vittorio Pisani, alto dirigente della Polizia e conosciuto ad onor di cronaca nazionale per aver stretto le manette ai polsi di eccellenti latitanti della malavita organizzata napoletana, è finito nelle indagini relative al riciclaggio di denaro di provenienza illecita, frutto, probabilmente, anche di usura, gestito direttamente dal clan Lo Russo, operante nel quartiere di Miano.

Il clan pare reinvestisse capitali illeciti in catene di ristoranti, pub, pizzerie, bar, in particolare sul lungomare napoletano ma, senza disdegnare le altre zone d’Italia dove erano radicati.

Secondo quanto emerso dalle indagini della Procura di Napoli, Pisani, avrebbe rivelato all’imprenditore Marco Iorio, notizie riservate sull’inchiesta in corso, consentendogli, così, di sottrarre beni al sequestro e di depistare le indagini.

Titolare del fascicolo, è il pm della Dia Amato, con il coordinamento del procuratore aggiunto Pennasilico, ma un prezioso contributo all’inchiesta lo si deve a Salvatore Lo Russo, ex capoclan dell’omonima organizzazione criminale attiva nel quartiere periferico di Miano, ed oggi collaboratore di giustiziache che ha rivelato di aver avuto stretti rapporti di amicizia con Pisani.

Il procuratore della Repubblica, Giandomenico Lepore e l’aggiunto Pennasilico in un comunicato congiunto, affermano che Vittorio Pisani, non ha indagato per anni su capitali illeciti prodotti dal riciclaggio e dall’usura praticata dal clan Lo Russo.

Eppure, per il capo della mobile, le accuse non finiscono qui. Oltre ad essere inquisito con quella di favoreggiamento nei confronti del titolare di un ristorante è destinatario della misura di divieto di dimora a Napoli.

Diversa, invece, la situazione per l’ex capitano della nazionale Fabio Cannavaro che al momento non risulta indagato ma che secondo le indagini, avrebbe fatto da prestanome all’imprenditore Marco Iorio. Lo stesso Iorio che sarebbe legato al gruppo di Mario Potenza, conosciuto anche con l’appellativo di “O’ Chiacchierone” (un usuraio operante nella zona del Pallonetto di Santa Lucia a cui, lo scorso 2 maggio, sono stati sequestrati 8 milioni di euro in contanti trovati nel corso di una perquisizione, nascosti tra le intercapedini delle sue mura domestiche).

Al pm, il calciatore ha raccontato di aver conosciuto Marco Iorio circa sette anni fa e di essere entrato in società con lui acquisendo il 10% delle quote del ristorante Regina Margherita .

Cannavaro ha specificato di non conoscere gli altri soci oltre a Iorio ed un non meglio specificato Martusciello.

Su Marco Iorio pende però l’accusa di essere a capo di un’organizzazione a delinquere finalizzata al riciclaggio, al trasferimento fraudolento di valori, alla corruzione di pubblici impiegati (usando nelle sue attività i capitali di Mario Potenza e dell’ex capoclan Salvatore Lo Russo, ora collaboratore di giustizia).

Giuseppe Parente

Add to Google

Bookmark and Share

OkNotizietutto blog PaperblogW3Counter

Tagged with: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,
Pubblicato su arresti, Cronaca, News interessanti, Notte Criminale, Sud Crime
4 comments on “Operazione Megaride : 15 arresti, tra i quaranta indagati anche il capo della squadra mobile Pisani, destinatario della misura del divieto di dimora a Napoli.
  1. […] due giorni fa l’operazione Megaride aveva fatto scattare le manette ai polsi di quindici persone, posto i sigilli su numerosi locali […]

  2. […] LINK AI POST PRECEDENTI: Operazione Megaride : 15 arresti, tra i quaranta indagati anche il capo della squadra mobile Pisani… […]

  3. […] Pisani, interrogato per 5 ore: «ho fatto sempre il mio dovere non rivelando nulla ad Iorio». Operazione Megaride : 15 arresti, tra i quaranta indagati anche il capo della squadra mobile Pisani… […]

  4. […] Pisani, interrogato per 5 ore: «ho fatto sempre il mio dovere non rivelando nulla ad Iorio». Operazione Megaride : 15 arresti, tra i quaranta indagati anche il capo della squadra mobile Pisani… […]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Seguici su Twitter
NOTTE CARDS
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: