PAROLE CRIMINALI: IL DESIDERIO DI LETIZIA di Gianluca Arrighi


Per leggere il racconto, ESCLUSIVA NOTTE CRIMINALE, clicca sulle diverse pagine




Add to Google

Bookmark and Share

OkNotizietutto blog PaperblogW3Counter

Tagged with: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,
Pubblicato su Autori e libri, Noir, Parole Criminali
6 comments on “PAROLE CRIMINALI: IL DESIDERIO DI LETIZIA di Gianluca Arrighi
  1. Giuseppe Nicotera ha detto:

    Arrighi continua a sorprenderci positivamente. Questo racconto, più lungo e più articolato dei precedenti che ho letto sul vostro blog, ci conferma il talento del giovane avvocato-scrittore.

  2. dolce sabrina ha detto:

    Il destino ci consegna carte a volte strane da giocare nella vita,sa essere a volte duro con persone apparentemente fragili, ma come traspare dal tuo racconto la forza e la determinazione che il tuo personaggio è in grado di sviscerare nei momenti duri è forte e palpabile.. Conquista il lettore e lo induce a continuare la lettura.. complimenti!!!

  3. Jenna ha detto:

    Racconto davvero molto, molto bello. Complimenti all’autore.
    Jenna

  4. Giuseppe Braghò ha detto:

    Vero. Esistono scrittori di varie fogge. I più produttivi (tra i quali svetta, a modello, il Vespa Bruno) rappresentano afflitto ologramma dell’apparecchio televisivo, con sequenze, pause (e quanto prima – forse – spazi pubblicitari) peculiari del ragguaglio “satellitare”. Arrighi persegue scopi divergenti dall’esibizione “costumata” delle proprie trattazioni. Elabora, come il sottoscritto, per necessità. Nel senso latino. Il bisogno di narrare riveste pertanto carattere d’esigenza e, a volte, d’urgenza. Leggeremo (un) Gianluca migliore, non c’è dubbio. E’ successo perfino con J.L.Borges. Lo abbiamo seguito, criticato, amato infine. Nulla dies sine linea, amava ripetere Apelle. La necessità (e il dovere) del lavoro quotidiano spalanca porte su stanze senza pareti, nelle quali Autore e Lettore fonderanno passione e rigore, attraverso le quali – insieme – raggiungeranno scopi apparentemente dissimili ma, in buona sostanza, identici. Auguri, Gianluca.

  5. Letizia Corbi ha detto:

    Navigando in rete ho scoperto il vostro blog e la mia attenzione è stata subito attratta dal titolo del racconto, la cui protagonista ha il mio stesso nome.
    Ho letto con piacere. Scritto molto bene, fluido e intenso. Finale inaspettatissimo! Complimenti!

  6. Caterina Buonocore ha detto:

    Leggere Il Desiderio di Letizia ha suscitato in me sensazioni simili a quelle provate nel vedere i film di Hitchcock!
    Complimenti!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Seguici su Twitter
NOTTE CARDS
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: