Andreotti se l’è cercata?


Bufera sul senatore a vita dopo una frase sulla morte di Giorgio Ambrosoli

Perché venne ucciso Giorgio Ambrosoli? Lo chiede Gianni Minoli a Giulio Andreotti e il senatore a vita – sorprendendo tutti – risponde: «Se l’andava cercando». Lo dice nella puntata de «La storia siamo noi» andata in onda ieri sera, dedicata alla memoria di Ambrosoli. Alla domanda sui motivi per cui il liquidatore dell’impero di Michele Sindona sia stato ucciso, la risposta di Andreotti è: «Questo è difficile, non voglio sostituirmi alla polizia o ai giudici, certo è una persona che in termini romaneschi se l’andava cercando».

L’avvocato milanese Ambrosoli era stato nominato nel ’74 unico commissario liquidatore della banca Privata Italiana di Sindona. Venne ucciso a Milano, a 46 anni, la sera dell’11 luglio 1979 dal sicario americano Joseph Aricò, ingaggiato proprio dal banchiere siciliano, poi condannato all’ergastolo.

Che cosa voleva dire Andreotti? La sua era forse una di quelle battute venute male che in una trasmissione televisiva non permettono marce indietro? Era una di quelle battute che tradiscono una convinzione che non dovrebbe essere manifestata? Era la provocazione di un anziano signore lucido e senza ormai più nulla da perdere nella sua vita?

Per il figlio di Ambrosoli, Umberto, quella del senatore a vita «è una frase che si commenta da sola» e che è «l’opposto del sentire comune». «Il ruolo di Andreotti è già stato chiarito in ben due sentenze: la prima su Sindona e la seconda a Palermo. Il suo operato è sotto gli occhi di tutti». Da quella esperienza, afferma Umberto Ambrosoli, «il mondo economico finanziario ha fatto tesoro per cambiare qualcosa, il mondo politico sembra non aver fatto nulla».

In una nota Andreotti replica dicendosi «molto dispiaciuto che una mia espressione di gergo romanesco abbia causato un grave fraintendimento sulle mie valutazioni delle tragiche circostanze della morte del dottor Ambrosoli. Intendevo fare riferimento ai gravi rischi ai quali il dottor Ambrosoli si era consapevolmente esposto con il difficile incarico assunto».

FLavia Amabile La Stampa


Bookmark and Share

OkNotizie

Tagged with: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,
Pubblicato su Banda della Magliana, Cronaca, News interessanti, Notte Criminale, Roberto Calvi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Seguici su Twitter
NOTTE CARDS
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: