Ansa terza battuta: Dallo yacht a vendita di casalinghi, torna libero boss Maniero


Spaghetti all’astice e prosecco serviti nella ‘gabbia’ mentre assisteva nel 1994 al processo davanti alla corte d’assise Venezia. L’immagine di Felice Maniero, l’ex boss della Riviera del Brenta tutto genio del male e sregolatezza, da domani (lunedì) andrà in archivio, sostituita da quella di un anonimo imprenditore di casalinghi che varca la soglia della libertà. Con la fine dell’ultima misura restrittiva, il soggiorno obbligato, ‘Faccia d’angelò a 55 anni torna ad essere un uomo come tutti gli altri. Anche se con un passato pesante, una scia di sangue che ha legato la sua banda a 17 omicidi registrati in Veneto negli anni Ottanta, oltre a due rapine miliardarie ai danni del Casinò di Venezia e dell’aeroporto ‘Marco Polo’ di Tessera, dove era in partenza un carico di 170 chili d’oro. Senza contare le rocambolesche evasioni dal carcere di Fossombrone e Padova.

Campolongo Maggiore, Villa di Felice Maniero

Grazie alla sua collaborazione con la giustizia, decisa nel 1995, dopo l’ultima cattura, a Torino, Maniero si era visto infliggere una condanna definitiva a 17 anni di reclusione: 11 anni per associazione per delinquere di stampo mafioso, con rapine, traffico di droga e sequestri, e 14 per sette omicidi, dei quali il boss ne ha riconosciuti solo cinque. Lo status di collaboratore gli è valso il vantaggio del cumulo delle pene. Forse domani (lunedì) dalla sua nuova casa segreta, lontano da Campolongo Maggiore, la città natale del veneziano dove aveva costruito una faraonica villa con piscina lussuosa almeno quanto lo yacht da dolce vita ‘Lucy’ sul quale venne arrestato a Capri nel ’93, brindera’ da solo, come ai vecchi tempi, lasciando alle spalle un pezzo della sua vita. Ma non i ricordi dolorosi, come la morte suicida nel 2006 della figlia Elena e la scomparsa nell’88 di Rossella Bisello, madre di suo figlio Alessandro, sostituita nel cuore dell’ex boss dalla fedelissima cognata Marta.

Quanto nell’uomo di oggi sia il frutto di un percorso di ravvedimento e di ripensamento del proprio vissuto è difficile da capire, anche per il suo stesso legale, Gian Mario Balduin. “Da un certo punto di vista è un uomo nuovo, una persona molto provata – ammette – ma per saperlo bisognerebbe conoscerlo più a fondo”. Aperto il giudizio dell’avvocato anche sul senso della parola pentimento per l’ex boss: “Dobbiamo capire cosa si intende con la parola pentito – dice cauto Balduin, confidando peraltro “nell’intelligenza” di Maniero – . Dal punto di vista giuridico certamente sì, da quello pratico lo sa solo lui”.

22 agosto 2010

Fonte Rosanna Codino per L’Ansa


Bookmark and Share

Tagged with: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,
Pubblicato su arresti, Cronaca, Felice Maniero, Mala del Brenta, News interessanti, Notte Criminale, Pagine storiche
One comment on “Ansa terza battuta: Dallo yacht a vendita di casalinghi, torna libero boss Maniero
  1. The very crux of your writing while appearing agreeable at first, did not really sit very well with me personally after some time. Someplace within the sentences you were able to make me a believer unfortunately just for a short while. I however have a problem with your jumps in assumptions and one might do well to help fill in those gaps. When you actually can accomplish that, I could definitely end up being fascinated.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Seguici su Twitter
NOTTE CARDS
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: