Il sequestro Grazioli


Immagine del duca Massimiliano Grazioli Lante della Rovere inviata alla famiglia per ricevere il ricatto, fonte Rai 3- Blu Notte

Durante gli anni ’70, una delle principali attività in cui si impegnano le bande malavitose è rappresentata dal sequestro di persona. Nel solo 1977 ne sono compiuti 66.

Un reato complesso, che richiede un’organizzazione articolata, dal basista che spesso funge anche da agente di influenza sui familiari ai vivandieri, dal telefonista ai riciclatori.

Nel dicembre del 1977, intorno al rapimento del duca Grazioli, si aggrega la banda della Magliana, che esegue materialmente il sequestro in via del Casale di San Nicola, località La Storta, presso la tenuta agricola dell’aristocratico romano. L’ostaggio è poi consegnato a un gruppo di Montespaccato che gestì (mala) la prigionia

L’auto del barone fu stretta da ambo i lati da due autovetture, l’ostaggio fu caricato su una delle auto, una Citroen, chhe ripartì in direzione Roma. L’auto del rapito fu abbandonata in via Cristoforo Colombo e ritrovata il giorno successivo all’accadimento. La famiglia ricevette cinque missive con richiesta di riscatto, la cui somma inizialmente richiesta corrispondeva a 10 miliardi di lire. L’ultima richiesta di riscatto, quella corrisposta, è di un miliardo e mezzo.

Il primo contatto tra i rapitori e la famiglia fu effettuato il 29 dicembre del 1977.

Da Gennaio 1978 a fine febbraio si susseguono diversi appuntamenti disattesi. Il 2 Marzo sulla via Cassia viene infine pagato il riscatto dal figlio, dopo un’estenuante caccia al tesoro anche se ad esso non corrisponderà la liberazione dell’ostaggio, ucciso perché aveva visto in volto uno dei carcerieri.

I soldi del riscatto permetteranno di finanziare l’ingresso nella banda sul mercato della droga a Roma.

Tra i partecipanti al rapimento ci sono alcuni dei capi della banda: Franco Giuseppucci (“Libano” nella fiction) Maurizio Abbatino (“Freddo”), Marcello Colafigli (“Bufalo”).

Ira Tassinari


Bookmark and Share

Tagged with: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,
Pubblicato su Banda della Magliana, News interessanti

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Seguici su Twitter
NOTTE CARDS
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: